CISL Scuola Treviso

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • a 2739066136_4cb1108cba_o.jpg
  • d2989088425_8a2d64b067.jpg
  • h2989088419_503cd9134b.jpg
  • p 2989997398_a252558a45.jpg
  • wp_20170220_009.jpg
  • wp_20170220_013.jpg
  • wp_20170220_016.jpg
  • wp_20170220_057.jpg
  • z 7229079_3851c68ce3_z.jpg
Home Chi siamo

Chi siamo

Il nuovo Consiglio GeneraleTerritoriale  della Cisl  Scuola di Belluno-Treviso,ha eletto all'unanimità , per gli anni dal 2017 al 2020,

MEROTTO TERESA Segretario Generale,   BENVEGNU' LORELLA Segretaria aggiunta,   FURLANETTO VALERIO  segretario.

--------------

-----------------------

MOZIONE FINALE DEL 2* CONGRESSO TERRITORIALE  DELLA CISLSCUOLA  BELLUNO TREVISO

Cison Valmareno 20 febbraio 2017


Il Congresso ci permette una indispensabile riflessione in questo periodo in cui tutto è in divenire e senza un riferimento certo, così che l’assenza di sicuri e stabili punti di riferimento produce inevitabilmente il disorientamento sia nella comunità sia in ogni singolo individuo.
Abbiamo oggi a disposizione la possibilità di analizzare e riflettere anche sul nostro essere sindacato per renderci conto se siamo adeguati per affrontare il cambiamento, ma sempre fondandoci sul nostro sistema di valori, per rappresentare e tutelare i nostri iscritti.
Per questo vogliamo essere un sindacato che sappia rappresentare, come è emerso oggi dalla relazione del Segretario, “portatore e rappresentante di interessi sociali ampi collegati ai principi di solidarietà, giustizia ed equità”.

Si invita la Cisl Scuola a livello locale, ma soprattutto a livello nazionale a portare avanti gli obiettivi evidenziati. È in quest’ottica che il Congresso chiede con forza il rinnovo del contratto, in coerenza e a sostegno di  quanto chiesto dalla Cisl nazionale, che tenga conto degli aspetti economici e professionali, superando le ambiguità che si sono sovrapposte nel tempo tra norme di legge e norme contrattuali spesso contraddittorie.
In questa prospettiva, diventa fondamentale valorizzare la contrattazione di primo e di secondo livello nelle materie che le sono proprie, ridefinendo i confini e il raggio di azione della legge in materia di regolazione del rapporto di lavoro e della retribuzione.

Inoltre il Congresso impegna la prossima Segreteria a valorizzare il lavoro del personale Ata, dei Docenti, dei DSGA e dei DS, ognuno per le loro prerogative, specificità e valori in un dispositivo di norme e di organizzazione che dia a ciascuno  la certezza della propria responsabilità e dei propri diritti.

Si concorda sull’importanza della formazione del personale come elemento qualificante dell’organizzazione della scuola.
Pertanto si invita la prossima Segreteria a promuovere momenti significativi di formazione sia in ambito locale sia in ambito nazionale.

Il Congresso ritiene che prima della “premialità” relativa al  singolo lavoratore vada affrontata la questione, non più rinviabile, dell’adeguamento salariale anche con la salvaguardia dello scatto di anzianità.

Il Congresso riconosce la specificità del territorio montano al fine di salvaguardare le comunità più piccole, individuando e  introducendo soluzioni innovative.

Il Congresso riconosce importante la presenza della scuola paritaria e della scuola professionale nella nostra realtà locale che va a colmare le lacune nel sistema formativo e di istruzione statale ed è solidale con questi lavoratori penalizzati dalla crisi economica e dalla mancanza di risorse.

A conclusione il Congresso apprezza il lavoro della Segreteria uscente, la quale, grazie a una presenza efficace sul territorio e alla valorizzazione delle specifiche esigenze della realtà di Belluno e Treviso, ha saputo venire incontro ai bisogni dei lavoratori favorendo anche un significativo aumento degli iscritti.


I delegati del Congresso all'unanimità,    20 Febbraio 2017


-----------------

-------------------------------

---------------------------------------------


MOZIONE FINALE DEL1° CONGRESSO TERRITORIALE  DELLA CISLSCUOLA  BELLUNO TREVISO

CISON VALMARINO 20 FEBBRAIO 2013


La Cisl Scuola di Belluno e di Treviso si sono ritrovate il 20 febbraio 2013 presso l’hotel “Terme” a Vittorio Veneto per il 1°  Congresso Territoriale per deliberare l’accorpamento
delle due strutture sindacali territoriali.
IL Congresso come è emerso dalle relazioni si svolge in un periodo complesso e con particolari difficoltà e di cui anche la scuola subisce pesanti conseguenze in termini di risorse e di decremento della qualità.

La politica non riesce ad esprimere scelte ed indicazioni che riescano a far superare  mettere in campo soluzioni costruttive e positive.
In questo contesto la CISL ha fatto la scelta di unire per ottimizzare le risorse e liberare energie che siano in grado di costruire prospettive e progetti che portino ad un futuro più positivo.

Obiettivi di questa unione ricca di prospettive e speranze è il bene comune dell’organizzazione perché si abbia una CISL più grande e forte che si realizzerà attraverso il metodo della condivisione.
Dobbiamo essere consapevoli dell’importanza dell’apporto di entrambe le strutture che sommandosi si moltiplicano sia come forze sia come possibilità di intervenire.

La scuola deve ritrovare consenso sociale attraverso la valorizzazione del lavoro visibile e nascosto degli operatori tutti.

La CISL deve riuscire a dare risposta ai bisogni  dei lavoratori, della società e dei cittadini nella logica di un sindacato confederale che cerca risposte e tutele non temendo il conflitto, ma cercando soluzioni costruttive.
In questo senso il patrimonio umano rappresentato da tutti i componenti dei due territori rappresenta l’occasione  per un’esperienza sindacale nuova e vicina al territorio e agli iscritti.

Nel rapporto con le altre organizzazioni sindacali si sottolinea l’importanza della coesione dei lavoratori e in questa ottica ogni divisione tra sigle sindacali rappresenta un ostacolo rispetto al quale si deve necessariamente cercare una soluzione.

Il sindacato deve saper andare oltre l’emergenza, progettando a medio e lungo termine,  costringendo la politica e convincendo l’opinione pubblica del valore imprescindibile della Scuola come strumento di crescita e di sviluppo per l’intero paese.

Il Congresso esprime anche solidarietà e appoggio alla formazione professionale per la situazione di difficoltà che sta attraversando e per il rischio di svalutazione del ruoloderivanti dall’eccessivo numero di livelli amministrativi e la carenza di fondi.

Il Congresso esprime anche solidarietà e appoggio alla formazione professionale per la situazione di difficoltà che sta attraversando e per il rischio di svalutazione del ruoloderivanti dall’eccessivo numero di livelli amministrativi e la carenza di fondi.


I delegati del Congresso ,  20 Febbraio 2013

========================================================================

 

 

 

3° CONGRESSO PROVINCIALEDELLA CISL SCUOLA DI TREVISO

Asolo 13 febbraio 2009


MOZIONE FINALE

La Assemblea Congressuale della Cisl Scuola di Treviso , riunita in data 13 febbraio 2009, presso Villa Flangini di Asolo, preso atto della attuale situazione politica, sindacale, economica,


afferma prioritariamente di condividere e fare propria, in tutti i suoi aspetti, la relazione della Segreteria uscente, ed in particolare ribadisce con fermezza:


1) la necessità  che le tutte le Organizzazioni Sindacali, pur nella diversità dei percorsi culturali e storici, si impegnino, con chiarezza e determinazione, a perseguire unitariamente obiettivi di salvaguardia della funzione e del ruolo della scuola, di tutela della dignità , dei diritti e delle professionalità  dei lavoratori della scuola;

2) la necessità  di aprire un dibattito fra i lavoratori riguardante:

-il nuovo modello contrattuale, valutando le ricadute che esso comporterà , in particolare sui lavoratori del pubblico impiego e della scuola;

- la paventata riforma delle pensioni (con una particolare riflessione sulle conseguenze anche sociali della aumento della età  di uscita delle lavoratrici donne).

Tutto ciò perchè la forza, la dignità  e il rispetto del Sindacato confederale si basa sulla informazione, la partecipazione e la condivisione di valori e obiettivi con il coinvolgimento nelle scelte di tutti i lavoratori;


3) la necessità  di una difesa del ruolo e della funzione delle RSU, quali democratico strumento della rappresentatività di base e delle tutele sindacali nella specificità  del luogo di lavoro;


4) la necessità  di tutelare con chiarezza e attenzione, i lavoratori posti in mobilità  in seguito a inidoneità  alla funzione, garantendo loro lo stato giuridico e la dignità  del ruolo di provenienza;


5) la necessità  che la Scuola continui a perseguire percorsi di scolarizzazione che sappiano mettere insieme e contemperare le diverse esigenze della istruzione e formazione, su obiettivi comuni e condivisi, pur nella peculiarità degli ordini ed ambiti presenti nella organizzazione scolastica. Infatti, attraverso un modello condiviso di buona scuola che passa la democratica crescita culturale, sociale, economica del nostro Stato. Conseguentemente sono indispensabili la valorizzazione e il potenziamento della Scuola Pubblica come fulcro del sistema formativo italiano;


6) il netto rifiuto della proposta formativa del Governo, caratterizzata esclusivamente da drastiche riduzioni di risorse, da riduzioni del tempo scuola, da una assurda revisione degli ordinamenti e dei curricoli, da uno sconsiderato aumento del numero di allievi per classe, mettendo a repentaglio qualsiasi progetto di Scuola degna di tale nome e senza tener conto delle buone pratiche messe in atto fino ad ora, provocando indiscriminati tagli del personale e degli organici e impoverendo la futura crescita culturale e sociale del nostro Paese;


7) la necessità  che, ragionevolmente, il Governo torni a dialogare con tutte le parti sociali, riconoscendone il ruolo e la importanza, rispettando le decisioni contrattate e garantendo la trasparenza nei rapporti e nelle determinazioni.


A margine, la Assemblea congressuale, per quanto riguarda la Formazione Professionale, si fa portavoce di tre proposte:


1) La costituzione di una commissione mista (membri della Formazione/membri della Istruzione), per riconsiderare i requisiti a cui fare riferimento nella utilizzo dei docenti impiegati in percorsi di Formazione Professionale, in attuazione dell' obbligo scolastico, e per elaborare una proposta in vista di un accordo Stato-Regioni ( rif. Decreto Fioroni - Damiano del 29/11/2007).


2) In riferimento al CCNL, puntare ad una contrattazione volta alla riduzione del monte ore di servizio complessive (attualmente 1590 ore) per avere conseguentemente la riduzione della quota oraria di docenza (attualmente 800 ore), al fine di garantire una maggiore qualità  dell' insegnamento ed una adeguata tutela del Personale docente in termini di carico di lavoro.


3) Sensibilizzare gli Enti di Formazione alla importanza della pluralità della offerta formativa, in quanto non esiste solo la prima formazione, ma anche la formazione post-obbligo scolastico/formativo, la formazione continua, il canale dell'apprendistato, etc, essendo queste tutte risorse non indifferenti anche in un'ottica di possibile mobilità  del personale.

 

I delegati del Congresso,    13 febbraio 2009


----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

LA MOZIONE FINALE DEL 2° CONGRESSO PROVINCIALE    CISLScuola di Treviso
Preganziol - 31 Marzo 2005


MOZIONE FINALE

La Assemblea congressuale:

- condivide la relazione della Segreteria per la sua capacità di collocare il tema della scuola nello scenario internazionale e nel contesto sociale sia nazionale che locale, articolandolo nei suoi vari aspetti

- condivide perciò quanto richiamato sulle conclusioni del Consiglio Europeo di Lisbona 2000:
* migliorare la qualità  e la efficacia dei sistemi di istruzione e formazione;
* consentire a tutti di accedere all'istruzione e alla formazione durante l' intero arco della vita;
* permettere la formazione di una cittadinanza attiva, parità  di opportunità  e coesione sociale e durevole.

Questa Assemblea congressuale riafferma in maniera chiara i seguenti punti:

* la necessità di dare valore alla professionalità  di tutti i lavoratori della scuola, statale e non statale, a tempo indeterminato e non, e alla unicità  della funzione di questa istituzione nella società ;
* la necessità di coinvolgere la società  anche come parte attiva per l’affermazione del ruolo educativo, formativo e sociale della scuola;
* la necessità di fornire un investimento di risorse adeguato alla valorizzazione di un sistema fondante il processo di formazione di una società  matura, libera e democratica, riaffermando  perciò i concetti di contitolarità  e di condivisione delle scelte;
* la necessità  di riconoscere il ruolo centrale del sindacato in quanto strumento e voce di tutti i lavoratori della scuola intesa come sistema integrato di professionalità diverse;

Questa Assemblea Congressuale, rispetto al forzato e non condiviso avvio della cosiddetta Riforma del Sistema di Istruzione Nazionale che disattende le premesse precedentemente espresse,

- ribadisce con forza che il senso di ogni innovazione deve essere coerente con gli enunciati sostenuti e condivisi dall' Unione Europea in occasione del Consiglio Europeo di Lisbona 2000;

- ritiene decisivo promuovere la valorizzazione delle risorse umane, la formazione in servizio, la ricerca e l' innovazione curricolare e disciplinare al fine di valorizzare e sviluppare la nostra società , ridando responsabilità  e fiducia a tutti i soggetti a vario titolo coinvolti.

- richiede con forza la abrogazione dei dispositivi di legge già  approvati (Legge n. 53; Decreto n. 59).

 

I delegati del Congresso , 31 marzo 2005


 

Ultime notizie

Prev Next

ATTIVO UNITARIO R.S.U. e T.A. FLCGIL Tre…

Segreterie Provinciali TREVISO   ATTIVO UNITARIO R.S.U. e T.A. 10 maggio 2019 Colleghi e lavoratori della Scuola anche... Read more

"A PALAZZO CHIGI FIRMATA UN’INTESA PER I…

"A PALAZZO CHIGI FIRMATA UN’INTESA PER IL RILANCIO DEI SETTORI DELLA CONOSCENZA. SOSPESO LO SCIOPERO DEL 17 MAGGIOA seguito di... Read more

AGGIORNAMENTO GAE 2019-2021: presentazio…

AGGIORNAMENTO GAE 2019-2021: presentazione domande  dal 26 aprile al 16 maggio!Il MIUR ha provveduto alla pubblicazione del decreto 374/2019, che... Read more

12 marzo: sit-in precari della Scuola pe…

12 marzo: sit-in precari della Scuola per Concorsi e AssunzioniNell’ambito della mobilitazione nazionale a sostegno delle istanze della piattaforma unitaria... Read more

MOBILITA' 2019 PERSONALE DOCENTE,EDUCATI…

MOBILITA' 2019 PERSONALE DOCENTE,EDUCATIVO,ATA , PUBBLICATA L'ORDINANZA E SCADENZE E MODELLI DI DICHIARAZIONEFirmata dal Ministro Bussetti e pubblicata in data... Read more

PART – TIME: domande entro il 15 marzo!

PART – TIME: domande entro il 15 marzo!Ricordiamo la presentazione delle domande per il Part-time dovrà essere effettuata entro il... Read more

Specializzazione su Sostegno: prove d’ac…

Specializzazione su Sostegno: prove d’accesso ai nuovi percorsi il 28 e 29 marzo Come già anticipato il MIUR ha recentemente ufficializzato la... Read more

CONCORSO STRAORDINARIO infanzia-primaria…

CONCORSO STRAORDINARIO infanzia-primaria: indicate le lettere di avvio e date prove. Comunichiamo al personale docente interessato che l’Ufficio Scolastico Regionale... Read more

Sindacati in piazza il 9 febbraio 2019. …

Sindacati in piazza a ROMA il 9 febbraio . Equità e solidarietà tra le generazioni e le diverse aree del paese   Le... Read more

PUBBLICATE LE GRADUATORIE PROVINCIALI DI…

PUBBLICATE LE GRADUATORIE PROVINCIALI DI TREVISO 2019 PER BENEFICIARI DI PERMESSI DIRITTO ALLO STUDIO (150 ore)   L' USP di Treviso ha... Read more

Firmato il contratto integrativo per la …

Firmato il contratto integrativo per la mobilità 2019/20 Porta la data del 31 dicembre 2018 il CCNI per la mobilità del... Read more

CONCORSO PER DSGA, in Gazzetta Ufficiale…

CORSO PER CONCORSO per futuri DIRETTORI dei SERVIZI GENERALI e AMMINISTRATIVI Il 28 dicembre 2018 é stato pubblicato il bando... Read more

CORSO DI FORMAZIONE/PREPARAZIONE AL CONC…

CORSO DI FORMAZIONE/PREPARAZIONE AL CONCORSO STRAORDINARIO DOCENTI INFANZIA PRIMARIAORGANIZZATO DALLA CISL SCUOLA BELLUNO TREVISO La Cisl scuola e Formazione di... Read more

Cessazioni dal servizio dal 1° settembre…

Cessazioni dal servizio dal 1° settembre 2019, il DM e la circolareSono stati pubblicati in data 16 novembre il Decreto... Read more

Concorso straordinario scuola infanzia e…

Concorso straordinario, pubblicato il bando. Scadenza domande 12 dicembre 2018   E' stato pubblicato sulla G.U. il bando di concorso straordinario... Read more

Concorso straordinario infanzia e primar…

Concorso straordinario infanzia e primaria Scadenza domande 12 dicembre 2018 E' stato pubblicato sulla G.U. il bando di concorso straordinario ... Read more

PERMESSI PER MOTIVI DI STUDIO (150 ore)-…

PERMESSI PER MOTIVI DI STUDIO (150 ore), domande per il 2019-20La scadenza fissata è quella del 15 novembre,Le domande devono... Read more

Gissi sul DEF: un lungo elenco, con luci…

Gissi sul DEF: un lungo elenco, con luci e ombre, e il rischio che rimanga una scatola vuota “Un elenco di... Read more

Concorsi straordinari infanzia e primari…

Concorsi straordinari infanzia e primaria, firmato il decreto ministeriale Un comunicato del ministro Bussetti sul sito del MIUR annuncia l'avvenuta... Read more


Cerca nel sito

I nostri sondaggi

Cosa pensi del nuovo sito?
 

Archivio

Cerchi un contenuto del vecchio sito?